Dermatite solare

La dermatite solare è provocata – come dal nome stesso – dal sole e dall’esposizione avanzata allo stesso. Emerge soprattutto se non si è applicata una corretta crema protettiva o se sono stati utilizzati cosmetici che possono provocare allergia, che a contatto con il sole aumenta.

Che cos’è e quali sono i sintomi?

La dermatite solare è un’infiammazione che viene provocata dalla prolungata esposizione solare, di norma senza alcuna protezione. Emerge soprattutto durante le prime esposizioni solari, in quanto la pelle non ha ancora sviluppato la giusta dose di melanina e  – di conseguenza – è più esposta ai danni dei raggi solari.

Naturalmente chi possiede un fototipo chiaro ha una possibilità maggiore di riscrontare la determatite solare sulla propria pelle. Non è detto comunque che chi possiede un fototipo scuro non possa soffrire di tale patologia.

Questa dermatite può apparire in maniera improvvisa e come tale scomparire. In altri casi potrebbe invece protrarsi per giorni oppure mesi, dovendo prendere opportune precauzioni insieme al proprio medico di fiducia.

I sintomi che accomunano questo tipo di dermatite, compaiono all’incirca a seguito di 12 ore e variano anche in base a quanto tempo si è stati esposti al sole. I primi ad emergere sono prurito, sensibilità estrema al tatto, bollicine, bruciore, pelle arrossata e gonfia, secchezza e disidratazione.

Nei casi più estremi si possono trovare inoltre dei sintomi come nausea – febbre e vomito. Il fattore importante sarebbe di intervenire nell’immediato, rivolgendosi al proprio medico di fiducia o ricorrendo – nell’attesa – ad alcuni semplici rimedi naturali.

Questo tipo di dermatite può sviluppare l’invecchiamento della pelle precoce e macchie della pelle in evidenza, sin da subito – difficili da trattare.

Alcune delle cause scatenanti della dermatite solare, sono naturalmente differenti da soggetto a soggetto. In alcuni casi, infatti, l’assunzione di alcuni farmaci potrebbero determinare lo sviluppo della patologia, peggiorando con l’esposizione solare.

Non solo: alcuni agenti esterni, possono entrare in contatto con una pelle sensibile che  sviluppa la dermatite, che peggiora a contatto con i raggi del sole. Le difese immunitarie si difendono attivando una sorta di messaggio che fa emergere quello che può infastidire la pelle, in maniera più o meno grave.

La dermatite solare – come accennato – può svilupparsi velocemente senza alcun preavviso e non lasciare la pelle anche per un periodo prolungato.

I rimedi

Ai primi sintomi si consiglia di recarsi dal proprio medico di fiducia, che potrà verificare di persona lo stadio della patologia e consigliare il farmaco o cura più adatta. Se non si vuole ricorrere ai farmaci uso topico o nell’attesa di incontrare il medico curante, la dermatite solare si può alleviare con l’impiego di alcuni rimedi naturali, efficaci e con proprietà curative:

  • Olio di Calendula: un olio dalle proprietà emollienti ed antinfiammatorie che aiuta in caso di dermatite solare. Reidrata la pelle e lenisce le zone arrossate
  • Burro di Karitè: ideale grazie alle sue innumerevoli proprietà ammorbidenti, lenitive. Basterà applicare il burro sulla zona di interesse, senza spalmare ma lasciadolo agire in completa autonomia. Questo ingrediente penetrerà all’interno della pelle, aiutando tutti i sintomi ad alleviarsi e la pelle a ritornare sana e reidratata.