Assumere probiotici per combattere la dermatite

Quando viene riscontrata la patologia della dermatite, sono molte le soluzioni che si possono adottare. I probiotici sono molto utilizzati anche perchè in grado di ridurre sintomi oppure prevenire lo sviluppo diretto della patologia stessa.

La dermatite può insorgere durante il periodo dell’infanzia o manifestarsi in età adulta, in maniera continua e senza preavviso. E’ una patologia fastidiosa che provoca numerose intolleranze e in alcuni casi anche gravi patologie.

Numerosi studi clinici avvicinano le persone verso l’assunzione di probiotici per prevenire e sconfiggere la patologia, in tutte le sue forme.

I probiotici funzionano contro la dermatite?

Tutto nasce da uno studio effettuato coinvolgendo un numero tale di pazienti, pari a 7000: questi hanno assunto probiotici per un lungo periodo considerando che questi ultimi hanno aiutato tantissimo la maggior parte di loro nella eliminazione della patologia, nel trattamento e nella prevenzione.

I probiotici sono di norma già presenti nel nostro apparato intestinale e vengono assunti al fine di contrastare la formazione di batteri e stimolare il più possibile le difese immunitarie.

Vengono assunti via orale e non perdono la loro funzionalità dal momento dell’assunzione sino all’arrivo nello stomaco.

La loro funzione è molto importante e non comportano alcuna controindicazione, essendo sviluppati naturalmente dall’organismo. Assumerli significa aumentare la loro efficacia lavorando direttamente sul sistema immunitario – combattendo i batteri e gli agenti esterni che potrebbero comportare lo sviluppo della dermatite.

Non bisogna però parlare di probiotici in generale, infatti in caso di dermatite atopica sarà necessario ingerire determinate tipologie di probiotico, come consiglio del medico stesso.

Non solo, sempre andando ad intercettare la corretta miscelatura all’interno dei probiotici si riusciranno ad eliminare numerose patologie legate alla dermatite.

Nella dermatite atopica sarebbe meglio valutare una combinazione del Lactobacillus salivarius LS01 e il Bifidobacterium breve BR03. Questo mix riscontra un miglioramento sulla pelle grazie all’impermeabilità intestinale.