Dermatite da stress: cause e rimedi

La dermatite è il nome generico che indica una reazione della pelle dovuta a fattori esterni od interni e che si manifesta, sempre in linea generale, con arrossamenti – gonfiori – prurito – irritazioni. Una malattia molto fastidiosa che, se non curata, può causare l’aumento dei fattori di cui sopra.  La reazione della pelle è dovuta sostanzialmente ad una liberazione di infiammazioni interne o alla reazione di agenti chimici. Esistono molti tipi di dermatite, con cause e rimedi differenti. Conosciamo ed approfondiamo la dermatite da stress.

Come si manifesta e quali sono le cause?

La dermatite da stress è rappresentata da una serie di fattori scatenanti che vanno a colpire, uomini o donne indistintamente, direttamente sulla parte esterna della pelle durante un periodo di forte stress. Un forte arrossamento della pelle, accompagnato nella maggior parte dei casi da prurito e gonfiore, provoca un fastidio fisico insieme a quello psicologico, così da creare un effetto domino ed una guarigione molto lenta. Questo della pelle si potrebbe definire come un meccanismo di difesa dallo stress che si accumula e non si riesce a gestire, anche se – ad oggi – nessun studio scientifico sia ben riuscito a spiegarne la ragione.

Dove colpisce e quali sono i sintomi?

La dermatite da stress può interessare varie parti del corpo come cuoio capelluto, viso, collo, mani e piedi e si manifesta con una sensazione di calore, seguita da un forte prurito ed arrossamento della zona interessata. Il prurito intenso porta ad un grattarsi continuo e con forza, che crea ancora più disturbi ed una guarigione quasi impossibile; infatti a volte si creano delle piccole abrasioni o ferite che causano infezioni più o meno gravi. In molte malattie, non solo quelle dermatologiche, lo stress è un forte nemico e può scatenare degli effetti non risolvibili nell’immediato. La pelle, in caso di dermatite, diventa una valvola di sfogo provocando assottigliamento cutaneo.

Oltre a quelli elencati, la dermatite da stress presenta altri sintomi, come:

  • secchezza della pelle,
  • vesciche,
  • crosticine,
  • abrasioni,
  • desquamazione,
  • prurito incessante,
  • gonfiori ed arrossamenti.

In certi frangenti, può capitare che la dermatite da stress si presenti solamente con una sensazione di forte prurito, senza portar con se gli altri sintomi come gonfiore, arrossamento e così via.

La scienza comunica che, pur non essendo arrivati mai ad una diagnosi concreta, il solo stress psicofisico non può creare questo tipo di dermatite senza essere accompagnato da altre cause scatenanti. Oltre alla stanchezza, le preoccupazioni ed il poco sonno, a scatenare la dermatite si unisce anche un uso frequente di acqua e detergenti non neutri, cosmetici composti da sostanze irritanti, carenze alimentari ed alimentazione non corretta.

Dermatite da stress: come curarla

Intervenire sui sintomi che producono la dermatite da stress è un passo che ogni individuo deve necessariamente fare e nell’immediato; si tratta di dormire otto ore senza pensieri, di avere una sana alimentazione e di dare all’organismo le vitamine od integratori mancanti o carenti. Senza dimenticare di provare a rilassarsi ed accantonare (almeno per un po’) i problemi di tutti i giorni.

Leggi: Come curare la dermatite

Il discorso è diverso per quel che riguarda le manifestazioni cutanee, in quanto è possibile intervenire in maniera rapida. Ma quali sono i rimedi naturali che possono aiutare nella guarigione cutanea?

Aloe Vera: una pianta dalle proprietà benefiche, che cura ogni tipo di problema cutaneo dalle scottature alle escoriazioni. Basterà utilizzare il gel ricavato direttamente dalla pianta o rivolgersi al proprio erborista ed acquistare un unguento già pronto all’uso. Con la sua azione cicatrizzante, antinfiammatoria e lenitiva, riduce il rossore ed il prurito, portando la pelle alla completa guarigione.

(Leggi su wikipedia come funziona l’aloe vera)

Camomilla: questa pianta ha un doppio effetto: calma lo stress ed il fastidio cutaneo provocato dalla dermatite. Nel primo caso si consiglia di bere l’infuso due volte al giorno, mentre nel secondo caso sarà necessario andare a tamponare la zona interessata con le bustine della camomilla (quelle utilizzate per l’infuso) ed avere un’immediata sensazione di benessere.

Miele: è un antinfiammatorio, antimicotico ed antibatterico naturale. Per aiutare nella guarigione della pelle, si consiglia un impacco preparato da soli ingredienti naturali mescolati fra loro, ovvero yogurt, miele e olio di oliva. Il rossore andrà subito a diminuire, portando una sensazione di benessere immediata.